Lo Faso, il ragazzo… si allena bene (ma Pioli lo piazza in rampa di lancio)

Lo Faso, il ragazzo… si allena bene (ma Pioli lo piazza in rampa di lancio)

Del suo potenziale si è accorto anche Pioli in allenamento, con il tecnico viola che presto lo lancerà in campo

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Che ci fossero delle qualità in Simone Lo Faso era chiaro a tutti, fin dal suo esordio in Serie A contro il Milan (datato 6 novembre 2016). Ce le avevano annunciate i vari addetti ai lavori interpellati dopo il suo acquisto (LEGGI), ma bastava vederlo danzare in campo per rimanerne subito rapiti: fisico ben strutturato – nonostante i soli 19 anni di età – falcata elegante e tocco di palla che ti strappa dalla bocca quella parola tabù a cui, purtroppo, si fermano tanti giovani talenti del calcio: predestinato. Ecco, andiamoci piano. Però quanto incuriosisce e soprattutto quanto affascina quel ragazzo di Palermo un po’ silenzioso, forse anche per il deficit di fantasia di questa Fiorentina.

Chi lo conosce fin da piccolo non si stupisce più di tanto nel vederlo oggi a Firenze, e assicura che a renderlo speciale, più che le doti tecniche, è la personalità, caratteristica che 11 anni fa conquistò il suo scopritore Diego Tutrone, che di lì a breve lo avrebbe allenato nei Pulcini rosanero. Da lì la rapida ascesa che lo ha portato a vestire la maglia viola, nonostante il forte pressing del Sassuolo durato praticamente tutta l’estate, club sempre attento quando si parla di giovani italiani ricchi di talento. E del suo potenziale si è accorto anche Pioli in allenamento, con il tecnico viola che, complici anche gli infortuni di Gil Dias e Saponara, presto lo lancerà in campo. Magari a partita in corso.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. braccino viola - 2 anni fa

    Alessio Crociani giovane giornalista, devi usare la grammatica in modo appropriato. Vorrei chiederti il significato di quell’avverbio ma.
    Di solito si usa per dire nonostante ciò, invece di etc Ma qui tu premetti che è bravo e si allena bene, ma (ahimè) va in rampa di lancio e quindi sembra che sia una punizione, invece è una promozione. Infatti al contrario se uno non si allena bene e non è bravo, ma va in rampa di lancio, ci si chiedeva il perchè..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Antonio da Papiano - 2 anni fa

    Speriamo che non sia il nuovo Carmelo Bagnato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. iG - 2 anni fa

    SAPONARA e’ un EX Giocatore
    GIL DIAS ne carne e ne pesce
    Ci vuol poco a prenderne il posto, avanti LO FASO…..non c”e nemmeno da porsi il problema, bacchettare GILDIAS a gennaio ( giocatore senza caratetre ) trovare una sistemazione all’ inutile finito Saponara e dare fiducia al 100% a questo ragazzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. braccino viola - 2 anni fa

      it non so se definirti avvoltoio o Jena per ciò che scrivi. Tu hai idea quello che sta passando Saponara come essere umano? Uno che dopo mesi ricade in un infortunio che non gli da la possibilità di fare il suo mestiere, riesci a immaginare cosa producono in lui e la sua famiglia le tue parole se le leggesse? Come il peggiore degli aguzzini, non gli dai speranza, scrivi che è un ex giocatore e chiuso. Allora io uso questo spazio per dire a Saponara, forza e coraggio, noi tifosi viola siamo con te, ribellati alla sfortuna ed il momento buono arriverà. Non ti curar di lor, ma guarda e passa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. braccino viola - 2 anni fa

      iG,Saponara è un patrimonio della Firentina, quindi va tutelato e protetto specie quando è infortunato. Questo sciavallaggio di taluni tifosi sfigati jettatori deve cessare, perchè mettono un aria funerea e pessimista nella nostra amata Viola. Che stentan altrove i loro lenzuoli neri marchiati col nero della loro sfiga. Questo vale per la Valdemara e tutti gli altri sfigati..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Max - 2 anni fa

    Non capisco perché in Italia i giovani non vengono buttati nella mischia. Si tengono a giocare in primavera o in tribuna e poi quando si ritengono pronti hanno il contratto in scadenza e li perdi a zero. Anche Hagi, possibile non si possa farlo giocare per niente? Le “ossa” ci si fanno praticando, non solo guardando. In alcune nazionali maggiori giocano titolari ragazzi di 19/20 anni…in Italia fino a 24 sono ancora promesse …

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy