Frosinone-Palermo, il Collegio di Garanzia chiede di riformulare le sanzioni per i ciociari

Frosinone-Palermo, il Collegio di Garanzia chiede di riformulare le sanzioni per i ciociari

“Sentenza non coerente con gravità fatti”. No a 0-3 a tavolino

di Redazione VN

Il Collegio di Garanzia dello Sport chiede la riformulazione delle sanzioni a carico del Frosinone in merito alla gara di ritorno dei play off di Serie B contro il Palermo. È l’effetto della sentenza emessa dal Collegio, presieduto da Mario Sanino, che oggi ha discusso l’istanza presentata dal club siciliano, rigettando la parte di ricorso in cui si chiedeva lo 0-3 a tavolino.

I giudici chiedono alla Corte sportiva d’appello della Figc, presieduta da Piero Sandulli, di riunirsi “in diversa composizione” e “ad uniformarsi – si legge nel comunicato – nella comminatoria della sanzione, al principio di diritto espresso in parte motiva”, “ritenendo – prosegue la nota dei giudici – non coerentemente sanzionata la condotta evidenziata dalla Csa Figc rispetto alla gravità dei fatti per come descritti in decisione“. La sanzione inflitta dalla Csa al club ciociaro è un’ammenda di 25.000 euro, con l’obbligo di disputare due gare con lo stadio privo di spettatori a causa del comportamento dei suoi sostenitori.

 

Violanews consiglia

CONI, respinti i ricorsi di Prato, Como e Santarcangelo

Ag. Dragowski a VN: “Ci stiamo guardando intorno, non può stare un altro anno senza giocare”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy