Eto’o sul razzismo nel calcio: “I giocatori di colore si rifiutino di giocare. Quando toccare il portafoglio…”

Eto’o sul razzismo nel calcio: “I giocatori di colore si rifiutino di giocare. Quando toccare il portafoglio…”

L’ex attaccante di Inter e Barcellona avanza la sua proposta per fermare il razzismo nel calcio

di Redazione VN

L’ex attaccante dell’Inter e del Barcellona Samuel Eto’o ha sempre tenuto a cuore il tema del razzismo nel calcio ed anche oggi che ha appeso gli scarpini al muro, questa tematica è sempre vicina all’ex giocatore camerunense. Negli ultimi mesi in Italia come in tutta Europa, complici alcuni episodi indegni come quello che ha visto protagonista il difensore del Napoli Koulibaly a San Siro, le istituzioni calcistiche e non si stanno interrogando su come risolvere tale problematica. Ebbene, per Eto’o la soluzione sarebbe quella che i giocatori di colore non scendessero in campo qualora si dovessero verificare tale episodi. Queste le dichiarazioni dell’ex attaccante durante il documentario “I am not a monkey” di Canal Plus:

 

“Se i giocatori di colore dicessero ‘non giochiamo’, molte persone perderebbero denaro. E quando tocchi la tasca a qualcuno, allora troverà delle soluzioni“.

 

Violanews consiglia

 

Di Gennaro: “Pjaca è diventato normale. Muriel può far innamorare Firenze”

 

Pedullà: “La Fiorentina accelera per un colpo baby. Thereau non vuole andarsene”

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kk53 - 2 mesi fa

    Concordo con il grande Etòo,l’imput deve partire dai calciatori,al primo buuu
    fuori dal campo altrimenti tutti fanno melina e si smarcano dietro qualcuno o
    qualcosa,ci sono club che per questo oltre al vergognarsi non dovrebbero più
    giocare nemmeno nelle classi minori….vero Lotito!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy