Effenberg punta il dito su Ozil e Gundogan: “Dovevano espellerli dalla nazionale”

Effenberg punta il dito su Ozil e Gundogan: “Dovevano espellerli dalla nazionale”

Il loro incontro con Erdogan ha fatto molto rumore in Germania e l’ex viola commenta così

di Redazione VN

Stefan Effenberg non è mai stato un tipo conciliante e chi si ricorda le due stagioni nella Fiorentina (tra il ’92 ed il ’94) non potrà che concordare. Il tedesco entrò, a suo modo, anche nella storia dei Mondiali per un dito medio mostrato ai suoi tifosi che lo fischiavano, gesto che portò alla sua esclusione dalla nazionale. L’ex centrocampista ha commentato a modo suo il caso riguardante Ozil e Gundogan, finiti nel mirino della critica dopo aver partecipato ad un incontro molto cordiale con il premier turco Erdogan: “Avrebbero dovuto espellere i giocatori dalla nazionale. Quando vengono messi in dubbio i valori della nazionale è l’unica decisione da prendere, come fu con me nel ’94. Adesso però che si è scelto di non escluderli, non ha senso che i giornali continuino ad attaccarli e che i tifosi li fischino, è la cosa peggiore che possa capitare ad un calciatore” ha detto Effenberg.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

FOTO – Salah tornerà a giocare… con la maglia viola

Milenkovic e la maxi offerta dalla Spagna: la Fiorentina risponde no

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy