Centrocampo, difesa e attacco: ecco cosa serve sul mercato per accontentare Montella

Centrocampo, difesa e attacco: ecco cosa serve sul mercato per accontentare Montella

Tra meno di due settimane la Fiorentina si giocherà tutta la stagione, poi arriverà il tempo delle valutazioni del mercato: Montella avrà bisogno di una squadra diversa

di Alessio Crociani, @AlessioCrociani

Proviamo a parlare di calcio. Esercizio estremamente complicato a Firenze da tre anni a questa parte, soprattutto nell’ultima, frenetica settimana. Ieri pomeriggio vi abbiamo parlato dell’impossibilità di rivedere nell’immediato il Montella Style di sei anni fa (LEGGI). Sarebbe strano il contrario, considerata la rosa oggi a disposizione dell’Aeroplanino. Gli arrivi di Traoré e Zurkowski, assieme al ritorno di Castrovilli, potrebbero dare una mano, almeno sulla carta, ma dovrà essere soprattutto il mercato a mettere il neo tecnico viola nelle condizioni di esprimere al meglio le sue idee di gioco. Quindi, cosa manca? Senz’altro un regista, un Pizarro. O almeno un centrocampista con delle caratteristiche simili a quelle del cileno. Trovare un altro Pek è un’impresa ardua, ma di sicuro Montella avrà bisogno di un regista vero capace di dettare i tempi in mezzo al campo e non solo un Veretout snaturato. Nel frattempo non è esclusa la possibilità di sperimentare Gerson in quel ruolo, magari già a partire da domani.

Altro elemento imprescindibile è un libero che sappia impostare la manovra da dietro, un centrale alla Gonzalo Rodriguez, profilo sempre più raro da trovare nel mondo del calcio. Vitor Hugo non risponde all’identikit, tanto meno Milenkovic. Pezzella solo in parte, per questo andrà trovata una soluzione. Poi c’è la questione evergreen sul terzino destro: in questo caso potrebbe anche non servire, come testimoniano i vari moduli adottati da Montella nel corso della sua carriera. Ma se la scelta definitiva dovesse ricadere sulla difesa a quattro, servirà qualcuno anche lì. In ogni caso sarebbe auspicabile l’arrivo di un esterno destro (da schierare più o meno basso), soprattutto nel caso in cui dovesse partire Chiesa. Infine l’attacco, con la considerazione già fatta su Fede, la certezza Muriel ed un grande punto interrogativo su Simeone: è lui l’attaccante ideale per sistema di gioco di Montella? Le scelte di Toni, Gomez e Kalinic (al Milan) suggerirebbero di no, ma sarà decisivo questo ultimo mese e mezzo di campionato in cui il Cholito potrà giocarsi le sue carte. E DOMENICA POTREBBE GIOCARE COSI’

Violanews consiglia

Potenza: “Montella un luminare, ha rivoluzionato la mia visione del calcio. Milan? A volte le novità…”

G. Rossi: “Montella grande allenatore, ecco chi mi ricorda”. Sulla strigliata per il 4-2 e su Chiesa…

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Giovane tifoso - 1 settimana fa

    Un regista davvero forte è un terzino destro tipo di Lorenzo , terrei chiesa ad ogni costo , se c’è da cedere qualcuno meglio biraghi (allora anche un terzino sinistro da prendere ) , milenkovic o se proprio si deve veretout.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. batigol222 - 1 settimana fa

    Se a questa squadra metti un buon regista (a trovarlo) diventa una potenza inarrestabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Gasgas - 1 settimana fa

    Serve che il mercato non sia fatto da Corvino, quello serve a Montella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. vecchio briga - 1 settimana fa

    Non ci giurerei sul fatto che Montella voglia per forza riproporre quel gioco fatto di palleggi e possesso palla, comunque alcuni ruoli sono imprescindibili, dovevano già essere coperti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gshqhn - 1 settimana fa

    confermare
    1 LAFONT  Alban-Marc  Portiere 
    Pietro Terracciano  Portiere
    CEROFOLINI MICHELE  Portiere
    16 HANCKO David Terzino sinistro
    20 PEZZELLA German Alejo  Difensore centrale
    Jacob Rasmussen  Difensore centrale
    31 FRANCHESCOLI Vitor Hugo  Difensore centrale
    5 CECCHERINI Federico  Difensore centrale
    Szymon Zurkowski Mediano
    19 MONTIEL Cristobal Trequartista
    Hamed Junior Traoré  Centrocampista Centrale
    24 BENASSI Marco  Centrocampista
    Gaetano Castrovilli  Centrocampista
    26 FERNANDES Edimilson  Centrocampista
    29 Luis Muriel  Attaccante
    28 VLAHOVIC Dusan  Attaccante
    9 SIMEONE Giovanni  Attaccante

    vendere
    4 MILENKOVIC Nikola
    17 VERETOUT Jordan
    26 FERNANDES Edimilson
    25 CHIESA Federico
    3 BIRAGHI Cristiano
    11 MIRALLAS Kevin
    97 SANTOS Gerson
    2 LAURINI Vincent
    14 DABO Bryan

    acquisti
    LORENZO VENUTI Terzino destro
    Zeki Celik Terzino destro
    Luca Ranieri Terzino sinistro
    Tomas Soucek Mediano
    Elif Elmas  Centrocampista
    Andreas Skov Olsen  Attaccante esterno
    Lukas Masopust  Attaccante esterno
    Yann Karamoh  Attaccante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gasgas - 1 settimana fa

      Ma te per caso sei il Mago del Salento? No, perché solo lui può arrivare a simili nefandezze… E in fondo che ci scrive: in B a già a Febbraio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gshqhn - 1 settimana fa

        non sai nemmeno di cio che parli guarda prima i giocatori

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gasgas - 1 settimana fa

          Oh ds dei poveri, ma per piacere… Chiesa da solo vale quella massa di brodi che hai scritto… anzi mezzo Chiesa…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Johan Ingvarson - 1 settimana fa

    Personalmente, se dovessi scegliere, preferirei cedere Biraghi, Veretout e Milenkovic, cercando di convincere Chiesa a restare almeno un altro anno. Con i soldi di queste 3 cessioni prenderei un regista basso, necessario al gioco di Montella, un difensore centrale da aggiungere a Hugo, Pezzella, Ceccherini e Rasmussen e un terzino destro. I nomi? A me piace tantissimo Guido Pizarro del Tigres, registra basso argentino con una visione di gioco meravigliosa, ma dubito che a 29 anni possa tentare l’avventura in Europa. Un altro giocatore che trovo sarebbe perfetto per il gioco di Montella in quel ruolo è il peruviano Fabio Tapia del Feyenoord, che sarebbe più giovane e già in Europa da anni. Per il ruolo di terzino destro io deciderei intanto cosa fare con Venuti: se si vuole puntare su di lui lo si promuove titolare con Laurini riserva, altrimenti si cede anche lui e si va su un altro. Il sogno? Anche in questo caso un nome forse poco conosciuto ma molto suggestivo: Mario Fernandes del CSKA, terzino brasiliano naturalizzato russo, con una grande esperienza europea e capace di giocare sia come terzino puro che come esterno a tutta fascia in un centrocampo a 5. Se dovessi però guardare in Italia, allora io prenderei Rispoli del Palermo. Può essere forse un nome poco suggestivo, ma per chi segue la serie B si capisce subito che sa fare entrambe le fasi sulla fascia come pochi. Per il sostituto di Biraghi invece mi piace un connazionale di Hancko: Robert Mazen del Celta Vigo, che da quello che ho visto nell’ultima stagione è un motorino niente male sulla fascia sinistra. A centrocampo, come dice giustamente l’articolo, se tornano Castrovilli, con Zurkoski e Traorè manca solo un regista per completare il reparto, ma se si riuscisse a strappare Elmas al Fenerbache sarebbe il top perché il macedone ha tutte le carte in regola per diventare una mezzala di successo. In attacco, oltre a Muriel, molto dipenderà dal futuro dei vari Mirallas, Simeone e Chiesa. Montella non è mai stato un grande lanciatore di giovani, quindi dubito che Montiel e Vlahovic avranno tanto spazio con lui, perché io li lancerei in pianta stabile in prima squadra ed userei i soldi per rinforzare gli altri reparti. Ma visto che con L’Aeroplanino probabilmente andranno via in prestito, io darei un’ultima chance a Simeone, provandolo in coppia con Muriel, restituirei Mirallas all’Everton, e proverei a prendere Pavoletti, come alternativa in attacco, uno che la palla dentro in Serie A l’ha mette sempre. Altrimenti mi piacerebbe moltissimo Belotti ma è un sogno che rimarrà tale: non varrà i 100 milioni che Cairo chiedeva un paio di anni fa, ma di sicuro è fuori budget per questa Fiorentina, a meno che non venga ceduto Chiesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mario - 1 settimana fa

      Cutrone

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Lollo26 - 1 settimana fa

        Sono andato a controllare e ti confermo che guido pizarro ha giocato (poco) nel Siviglia l’anno scorso con Montella

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Johan Ingvarson - 1 settimana fa

          Mi ero sfuggita la sua esperienza al Siviglia. Peccato però! Quest’anno al Tigres sta facendo benissimo. Forse il campionato messicano non sarà di altissimo livello, ma lui ha proprio quelle caratteristiche che mancano al centrocampo della Fiorentina.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Johan Ingvarson - 1 settimana fa

        Cutrone vale il discorso di Belotti: costa troppo, a meno che non si cede Chiesa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. papaganci - 1 settimana fa

    Secondo me è profondamente sbagliato aspettarsi che la squadra che vedremo debba essere obbligatoriamente una fotocopia di quella vista nella prima esperienza di Montella. E poi per quanto riguarda la riflessione sull’attaccante… Se non ricordo male ai tempi si usava dire che Gomez non aveva caratteristiche adatte al gioco di Montella: a rigor di logica il cholito dovrebbe quindi adattarsi meglio alle idee del mister.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CippoViola - 1 settimana fa

      Sono d’accordo. Anche secondo me è sbagliato aspettarsi da Montella un modulo fotocopia del suo passato. Dipenderà dal genere di giocatori che arriveranno, lo ha detto anche lui.
      Se proprio si vuole immaginare il “ritorno montelliano” quello che dovrebbe cambiare sarà la mentalità nel gioco; dovremmo un atteggiamento da “il pallone è mio e ci gioco io”.
      Poi che ci siano delle “mancanze” di organico nella squadra era evidente già dall’estate 2018.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Maël - 1 settimana fa

    Lafont – Biraghi – Pezzella – Izzo – Depaoli – Barella – Sensi – Benassi – Chiesa – Muriel – Simeone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Elmauri - 1 settimana fa

    Andersen della Samp, poi Depaoli, Sensi e Belotti. Conoscono già il nostro campionato, giovani, forti, con ingaggi accettabili. Ma dal costo molto alto, quindi ciao ciao…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lollo26 - 1 settimana fa

      Guido pizarro a volte ritornano.
      Non so se ti ricordi ma anni fa corvino lo portó allo stadio con tanto di sciarpa, doveva essere acquistato a gennaio per giugno, poi per motivi misteriosi non arrivó.
      Era l’anno dei vari keirrison, e compagnia, quindi si parla davvero di diversi anni fa.
      Una esperienza in Europa l’ha fatta sicuramente, al Siviglia, tra l’altro forse l’ha allenato anche Montella l’anno scorso.
      Non è andata bene, però tecnicamente c’era, forse l’Europa però per lui ha un gioco troppo veloce.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy