Capello: “Fiorentina, grande personalità contro l’Inter. Sousa? Ha toccato il tasto giusto, la polemica”

Capello: “Fiorentina, grande personalità contro l’Inter. Sousa? Ha toccato il tasto giusto, la polemica”

Il commento del tecnico, ora opinionista di Fox Sports: “Forse Paulo Sousa ha toccato il tasto giusto, quello della polemica”

3 commenti

Intervistato da La Nazione, Fabio Capello ha parlato anche della Fiorentina: “L’altra sera ho visto una grandissima Fiorentina con l’Inter. Se togliamo i primi venti minuti, poi ho ammirato una squadra con personalità e che in dieci ha giocato un ottimo calcio. Chissà, forse Paulo Sousa ha toccato il tasto giusto, quello della polemica”.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. The Count of Tuscany - 1 settimana fa

    3 gol in 20 minuti, vergogna ! Altro che grande fiorentina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bitterbirds - 1 settimana fa

    di sicuro sousa non è uno di quelli (comunissimi al giorno d’oggi) che per tenersi il posto è disposto a piegare il capo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. i'giannelli - 1 settimana fa

    si infatti non ho nulla da rimproverare ne all’allenatore ne alla squadra che nella prima parte di primo tempo ha trovato un inter che ha giocato in velocita’ e quindi ci ha messo in seria difficolta’, ci ha pressato e non ci ha fatto giocare quindi grandi meriti a loro, forse con giocatori piu’ forti avremmo potuto contenere meglio lo strapotere nerazzurro, mettici che astori poteva essere piu’ reattivo, una parte d’errore di tatarusanu, gonzalo che non e’ un difensore capace e qui si ritorna al fatto che la rosa se paragonata a quella dell’inter o delle altre big e’ scarsa…la polemica viene fuori quando un allenatore o un tesserato risponde dicendo quel che pensa a domanda ricevuta o secondo quella che e’ la sua verita’…ma non mi sembra che le parole di sousa stiano condizionando la squadra sula campo…forse condizionano in negativo qualche tifosetto che e’ ancora convinto, nonostante anni di schiaffi presi durante questa gestione e in generale e’ la storia viola che dice questo, di fare il tifo per una squadra come potrebbero essere le tre a strisce per forza o blasone o roma e napoli, senza dimenticare che con la lazio di oggi potrebbe succedere di tutto, piu’ probabile uscirne con le ossa rotte…quindi o si decide di investire, l’unico modo per crescere e difendersi dalle grandi squadre oppure rimarremo nell’anonimato rimpiangendo un campione come batistuta che e’ piu’ di vent’anni che non gioca piu’ qui o la vittoria ormai datata contro il liverpool…oppure avere una grande rete di osservatori per andare a prendere i giovani futuri campioni che pero’ molto spesso gia’ costano…poi pero’ con questa proprieta’ rischi di diventare la nuova udinese anche perche’ se qui non giocano giocatori di un certo livello, chi diventa forte nove volte su dieci chiedera’ di essere ceduto…riuscira’ corvino a fare tutto questo…e cosa importante, quanto tempo gli ci vorra’ ?perche’ si sa nel calcio dopo un po’ poi i dirigenti vengono a noia, ci vorrebbe un progettino dove in un paio d’anni inizi a raccogliere qualcosa come un accesso alla champions league, solo cosi’ ricrei l’entusiasmo… un’iniezione di denaro fresco(ma quando mai) che i db dovrebbero mettere sul piatto per convincere qualche buon giocatore a venir qui…con l’errore/bagno di sangue gomez ormai hanno la scusa per non spendere a vita, si ma se non vuoi rischiare nel calcio resti anonimo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy