Calamai: “I Della Valle non volevano mandare via Pioli. Ecco qual è il problema della Fiorentina”

Calamai: “I Della Valle non volevano mandare via Pioli. Ecco qual è il problema della Fiorentina”

Il parere del noto giornalista de La Gazzetta dello Sport

di Redazione VN

Il giornalista de La Gazzetta dello Sport, Luca Calamai, ha parlato così a Radio Bruno Toscana:

L’Atalanta è una buona squadra, ma non è composta da venusiani. Ricordo che l’Atalanta avrà due squalificati e che la Fiorentina potrà preparare la partita con calma. La Fiorentina sta facendo qualcosa d’illogico, magari vince a Bergamo per 3-0. Secondo me la società non voleva mandare via Pioli, voleva andare fino in fondo con lui, dandogli la possibilità di vincere la Coppa Italia. Per i Della Valle il senso di rispetto è importante.

Nessuno si è presentato con i soldi per comprare la Fiorentina. I Della Valle o vendono la Fiorentina o ridisegnano la gestione del club. Anche Corvino è marginale perché lui fa quello che gli dicono di fare i Della Valle. Il problema è che il livello della Fiorentina è frutto del monte stipendi che determina la classifica finale.

Contro il Bologna ho visto dei giocatori cotti come Veretout e Biraghi. Quando deve giocare Hancko?

FERRARA: “MONTELLA? LA VERA DOMANDA E’ SULLA FIORENTINA CHE VERRA’ COSTRUITA. SUI DELLA VALLE…”

vnconsiglia1-e1510555251366

Dragowski, Hagi e una vecchia regola del calcio: lezione recepita (speriamo)

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user - 4 giorni fa

    Perché non mi avete pubblicato il commento che ho fatto sulla Juventus ieri sera?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user - 4 giorni fa

      Pestuggia,te ne dicono di tutti i colori,addirittura ti offendono e tu rispondi a tutti come se ti dovessi giustificare.Poi qualcuno fa una domanda sul perché non sia stato pubblicato un commento mio che prendeva per il **o la Juve
      nel articolo di Calamai (lo avevi fatto esattamente ieri verso mezzanotte) non solo non è stato pubblicato ma ora alla mia richiesta di spiegazione non rispondi nemmeno? Ma che comportamento è questo? Bisogna offendere per essere presi in considerazione? Chi c’era ieri a quell’ ora in redazione? E perché non lo ha pubblicato? C’era qualche gobbo per caso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gasgas - 4 giorni fa

    Parliamo di cose serie, Davide vince contro Golia, i gobbi sono a casa…. W il calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Unsenepoppiu - 5 giorni fa

    Secondo me Calamai parla interpretando i fondi del caffè, sono quasi più chiare le conferenze stampa di Corvino delle sue idee.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 5 giorni fa

      Succede a tutti quelli che parlano di Fiorentina senza avere il coraggio di andare in fondo alle questioni. Si incartano o scivolano dallo specchio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. gianni69 - 5 giorni fa

    ore 22.55 l’aiax ha sbattuto fuori la vecchia signora.il resto è fuffa.è sempre un piacere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Aoi_Haru - 5 giorni fa

    Quanti discorsi assurdi ed inutili che riesce a fare quest’uomo …
    Prima la spara grossa col vincere 3 a 0 contro l’Atalanta che a Bergamo è tostissima per chiunque . Poi se ne esce con ‘sto passaggio: “I Della Valle o vendono la Fiorentina o ridisegnano la gestione del club. Anche Corvino è marginale perché lui fa quello che gli dicono di fare i Della Valle. Il problema è che il livello della Fiorentina è frutto del monte stipendi che determina la classifica finale.”
    E quindi? Che discorso è? Chi lo decide il monte ingaggi, fosse anche vero che tutto dipende da quello? Corvino? Ah no, dice che Corvino è marginale perché fa quello che gli dicono i padroni. Quindi dovranno ridisegnare la gestione del club che sarebbero loro stessi a gestire male? A parte vendere, le uniche soluzioni che prospetta Calamai sono: 1) Rimanere così a galleggiare con quel monte stipendi e 2) I Della Valle che “ridisegnano” la gestione del club cambiando la dirigenza e delegando pieni poteri a qualcuno che ci capisca qualcosa di calcio, rimanendo a fare i presidenti onorari.
    Altrimenti il suo discorso è insensato perché dipinge la società come un cane che si morde la coda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. vecchio briga - 5 giorni fa

    Caro Calamai, se il tuo capo fa un comunicato pubblico sulla home page della gazzetta definendoti poco professionale voglio vedere che fai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bernard - 5 giorni fa

      Tredici punti in dodici gare del girone di ritorno hanno certamente a che vedere con la capacità professionale di un allenatore . Se Calamai facesse articoli da ” schifo ” , il suo Direttore lo licenzierebbe . Lo stesso vale per un allenatore di calcio che produce uno ” schifo ” di classifica e per di piu’ fa il sostenuto .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. vecchio briga - 5 giorni fa

        Non direi Bernard, Pioli non è stato licenziato, c’è una grossa differenza tra licenziare e indurre alle dimissioni. Sono piani diversi, mondi opposti, palle e non palle, responsabilità e vergogna.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. kk53 - 5 giorni fa

    Ma,mi chiedo cosa ha fumato Calamai,qualcosa di tagliato male,e se non è così è
    bene che non faccia più commenti sulla Viola.Mi chiedo chi ha voluto la testa di
    Pioli,se non la società chi,Diego in persona,più società di lui non certo la sal
    ma di suo fratello,il monte stipendi,ma se con le cessioni dello scorso anno era
    stato abbattuto,hanno preso tre sconosciuti e ci raccontano che il problema è il
    monte stipendi!!??basta con queste affermazioni acchiappa bischeri,non siamo ri
    pescati dalla piena,se non hanno più voglia lascino,meglio le scarpe!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy